Pensione con pochi contributi Pensione con pochi contributi

Vai in pensione a 67 anni col trucco dell’assegno sociale e a 71 hai i contributi extra

C’è un trucco per smettere di lavorare a 67 anni anche se non hai ancora 20 anni di contributi. Vediamo cosa devi fare.

Vuoi smettere di lavorare ma i tuoi contributi sono inferiori ai 20 anni richiesti? Non ti preoccupare: c’è un modo per uscire dal lavoro e avere comunque un assegno tutti i mesi. Ad oggi in Italia, essendo ancora in vigore la legge Fornero, per accedere alla pensione di vecchiaia ordinaria è necessario avere almeno 67 anni di età.

Pensione con pochi contributi
Con questo trucco vai in pensione anche con pochi contributi (giornodopogiorno.eu)

Ma non basta. Infatti può andare in pensione a 67 anni solo chi ha maturato almeno 20 anni di contributi e un assegno previdenziale pari o superiore all’importo dell’Assegno sociale. Quest’ultimo cambia ogni anno in base alla percentuale di rivalutazione: nel 2024 l’importo dell’Assegno sociale corrisponde a 534,41 euro al mese.

Purtroppo sono tante le persone che, pur essendo arrivate a spegnere 67 candeline sulla torta di compleanno, non hanno ancora raggiunto il requisito contributivo minimo di 20 anni. Pertanto costoro, secondo la legge Fornero, non hanno diritto ad accedere alla pensione di vecchiaia. Eppure c’è un modo per smettere di lavorare e ricevere comunque un assegno tutti i mesi.

Pensione senza contributi: tutti ne stanno approfittando

Vuoi smettere di lavorare ma non hai ancora raggiunto i 20 anni di contributi richiesti dalla legge Fornero? Non ti preoccupare: un modo c’è e già tanti lavoratori stanno approfittando di questa via di fuga. Vediamo cosa devi fare.

In pensione con l'assegno sociale
Ecco come funziona il trucco dell’Assegno sociale (giornodopogiorno.eu)

Raggiungere 20 anni di contributi può sembrare facile ma non lo è affatto. Tante persone hanno iniziato a lavorare tardi oppure hanno sempre lavorato part time o hanno svolto periodi di lavoro all’estero non riconosciuti in Italia. Che fare, allora, se arrivati a 67 anni i contributi ancora non hanno raggiunto la soglia minima dei 20 anni? Se gli anni mancanti sono 1 oppure 2 conviene restare a lavorare.

Diversamente si può uscire dal lavoro e fare richiesta per ricevere l’assegno sociale. L’assegno sociale, infatti – che, come già spiegato, quest’anno corrisponde a 534,41 € al mese– è una prestazione che spetta a chi ha pochissimi contributi o non ne ha affatto. Per riceverlo è necessario avere già compiuto 67 anni, essere residenti in modo stabile in Italia da almeno 10 anni e avere un reddito molto basso.

Pertanto anche se raggiunti i 67 anni non hai ancora i contributi necessari per la pensione, puoi comunque smettere di lavorare e ricevere l’assegno sociale. Una volta che avrai compiuto 71 anni, invece, potrai fare richiesta all’Inps  per avere la tua pensione di vecchiaia. Infatti a 71 anni viene meno il requisito contributivo dei 20 anni: bastano solo 5 anni di contributi purché tutti versati a partire dal 1996.

Nel caso la pensione che ti spettasse con i tuoi contributi fosse di importo inferiore a quello dell’assegno sociale,  l’Inps ti erogherà la tua pensione più la differenza per raggiungere il medesimo importo dell’Assegno sociale.

Impostazioni privacy