riso arsenico emplice abitudine può salvarti la vita riso arsenico emplice abitudine può salvarti la vita

Sai che la maggior parte del riso che compriamo contiene arsenico? Questa semplice abitudine può salvarti la vita

Un’allerta alimentare è stata diffusa sul riso che viene acquistato al supermercato, in seguito ad analisi specialistiche del prodotto.

I risultati dei test non sono incoraggianti e rivelano la presenza di arsenico nei prodotti che tutti acquistiamo ogni giorno con livelli anche preoccupanti per la salute. Il riso è sicuramente parte, come la pasta, della nostra cucina. Facile da preparare, versatile ed economico.

riso arsenico emplice abitudine può salvarti la vita
Allerta riso, contiene arsenico: cosa fare per evitare rischi (giornodopogiorno.eu)

Viene acquistato da tutti per insalate fredde, risotti, piatti caldi e viene dato anche ai bambini. Tuttavia questo esito da parte delle analisi di laboratorio determina enorme preoccupazione nella popolazione.

Allerta riso, contiene arsenico: cosa fare per evitare rischi

La rivelazione di arsenico nel riso è sicuramente da considerare, questo deriva normalmente dal suolo e dalle falde acquifere, riversato dalle attività come agricoltura e industria. La sostanza però è tossica per l’essere umano e da qui nasce appunto la preoccupazione.

riso che compriamo contiene arsenico
Riso con arsenico, le marche migliori (giornodopogiorno.eu)

Il riso è una pianta acquatica e quindi di base tende ad assorbire più arsenico delle altre, questo vuol dire che una parte dell’arsenico del terreno inevitabilmente finisce nel prodotto finale. Assumere molto arsenico può portare a problemi di colorazione della pelle, cardiovascolari, deficit del sistema nervoso, indebolimento del sistema immunitario, aumento del rischio di sviluppare il diabete, tumori.

Bisogna quindi valutare con attenzione quelli che sono i marchi che contengono livelli troppo altri di arsenico. Il riso coltivato in Asia ed Europa ha concentrazione inferiori rispetto a quello nelle altre zone del mondo. Per eliminare parte del problema è indispensabile lavare il riso prima di cuocerlo, così almeno si vanno ad eliminare le impurità in superficie. Meglio utilizzare abbondante acqua per la cottura affinché sfumi per quanto possibile.

È importante in generale diversificare, quindi non usare sempre e solo riso come non solo pasta, esistono tantissimi cereali dal grano alla semola, alla quinoa e si può cambiare sempre. Per tenere a bada le tracce di arsenico nel corpo bisogna anche fare attenzione a quella che è l’assunzione di altri alimenti contaminati, il riso infatti non è l’unico, tra questi ci sono pesce, succhi di frutta e acque minerali.

Con questi pochi e semplici accorgimenti si può fare la differenza e quindi minimizzare il rischio nel consumo. Valutare prodotti biologici o controllati chiaramente è ancor meglio anche se più dispendioso. Il riso è ricco di pesticidi e metalli pesanti, spesso i valori sono oltre il limite del consentito, tra i migliori prodotti individuati dai recenti studi ci sono (per quello carnaroli) Le stagioni d’Italia, Riso del Vo, Riso Almo e Coop che hanno ricevuto una valutazione eccellente negli ultimi test effettuati.

Impostazioni privacy