come andare in pensione prima come andare in pensione prima

In pensione a 56 anni con soli 20 di contributi: ecco a quali lavoratori si applica questa misura

Si può andare in pensione a soli 56 anni? Ebbene si ma ci sono dei requisiti da rispettare, quindi vale solo per alcuni lavoratori.

Andare in pensione è un traguardo che tutti speriamo di raggiungere. Sembra però che negli ultimi tempi le soglie di età e i requisiti per raggiungere la pensione siano sempre più alti ed irraggiungibili. D’altra parte ci sono anche dei casi in cui il governo permette di andare in pensione molto tempo prima rispetto all’età prefissata. In che modo?

come andare in pensione prima
Esistono opzioni per anticipare la pensione (giornodopogiorno.eu)

Il sistema previdenziale offre opportunità speciali per coloro che, per ragioni di salute o invalidità, desiderano andare in pensione in anticipo rispetto ai requisiti standard. In questo articolo, vedremo le modalità attraverso le quali è possibile accedere alla pensione anticipata a soli 56 anni con almeno 20 anni di contributi. E ci concentreremo sulle pensioni anticipate per invalidità e le opzioni disponibili per coloro che si trovano in questa situazione.

Le opzioni disponibili per gli invalidi

Esistono due principali opzioni per i lavoratori invalidi che desiderano accedere alla pensione anticipata:

  • Pensione di vecchiaia per invalidità pensionabile a 61 o 56 anni: Questa opzione è disponibile per coloro che presentano un’invalidità specifica, che impedisce loro di continuare a lavorare. Per qualificarsi a questa pensione, gli uomini devono avere almeno 61 anni di età, mentre per le donne l’età è di 56 anni. È necessario anche avere versato almeno 20 anni di contributi e presentare un grado di invalidità specifica pari all’80%.
  • Anticipo Pensionistico Sociale (APE sociale) a 63,5 anni: Questa opzione è aperta a coloro che presentano un grado di invalidità civile pari o superiore al 74%. L’età minima per accedervi è di 63 anni e 5 mesi, mentre è richiesto un minimo di 30 anni di contributi versati.
pensionamento anticipato a chi è riservato
Il pensionamento anticipato vale solo per alcuni tipi di lavoratori (giornodopogiorno.eu)

È importante comprendere le differenze tra la pensione di vecchiaia per invalidità pensionabile e l’Anticipo Pensionistico Sociale. La pensione di vecchiaia per invalidità pensionabile richiede un’invalidità specifica connessa alle mansioni svolte, mentre l’APE sociale richiede un grado di invalidità civile generico, non legato a mansioni specifiche. Inoltre, la pensione di vecchiaia per invalidità pensionabile offre un sostegno permanente, mentre l’APE sociale è un supporto temporaneo fino al raggiungimento dei 67 anni. Infine, la pensione di vecchiaia per invalidità pensionabile non ha limiti di importo ed è calcolata sui contributi versati. L’APE sociale ha un importo massimo di 1.500 euro mensili e non include la tredicesima mensilità, né altri benefici come l’aggiornamento in base all’inflazione.

Oltre alle due opzioni principali, esiste anche la possibilità di accedere alla pensione anticipata senza limiti di età attraverso la Quota 41 per i lavoratori precoci. Questa opzione è aperta agli invalidi civili con almeno il 74% di invalidità pensionabile. Per qualificarsi, è necessario avere almeno 41 anni di contributi versati, di cui almeno 35 effettivi, e almeno 12 mesi di contributi versati prima di compiere 19 anni. La Quota 41 presenta diverse vantaggi rispetto all’APE sociale, come la possibilità di ricevere la tredicesima mensilità, la reversibilità e l’aggiornamento in base all’inflazione.

Impostazioni privacy