Francesco Arca: il dolore dietro il successo Francesco Arca: il dolore dietro il successo

Francesco Arca, il dolore dietro il suo successo: quello che ha confessato in diretta tv è atroce

Francesco Arca ha confessato delle situazioni drammatiche nel suo passato: il dolore dietro il successo dell’attore.

Francesco Arca è un attore e modello italiano, diventato famoso al grande pubblico per la sua partecipazione al famoso programma Uomini e Donne dove era tronista nel 2004. Nel 2008 ottiene il suo primo ruolo televisivo nella serie “Incantesimo” e da quel momento inizia la sua carriera come attore sia televisivo che di cinema. 

Francesco Arca: il dolore dietro il successo
Il dolore dietro il successo del famoso e amato attore Francesco Arca (giornodopogiorno.eu)

Francesco ha anche avuto alcune relazioni molto importanti, prima fra tutte Laura Chiatti, ma anche Luisa Corna, Jennipher Rodriguez e Anna Safroncik. Da diversi anni però Arca fa coppia fissa con Irene Capuano, ex corteggiatrice di Uomini e Donne, da cui ha avuto anche due bambini: Maria Sole, nata nel 2015, e Brando Maria, nato nel 2018. In una recente intervista, però, l’attore ha confessato un dramma del passato della sua vita, che si nasconde dietro il suo grande successo. 

Francesco Arca, il dolore dietro il suo successo: cos’è successo nella vita dell’attore in passato

Francesco Arca ha raccontato durante un’intervista a Verissimo da Silvia Toffanin, della tragica morte di suo padre Silvano, ex paracadutista militare. La morte è avvenuta in circostanze poco chiare durante una battuta di caccia. Dal 23 dicembre del 1995, giorno in cui c’è stato un presunto incidente a caccia, il papà di Francesco non è più tornato a casa.

Francesco Arca: il dramma per la morte del papà
Il dramma di Francesco Arca per la morte del papà Silvano (Instagram @verissimotv) (giornodopogiorno.eu)

Nonostante sia passato tutto questo tempo, Francesco non ha mai elaborato del tutto il lutto e ha anche scritto un libro in cui racconta più dettagliatamente questa vicenda evidenziando anche i suoi dubbi. Il libro si chiama “Basta che torni” e per Arca scrivere è stato terapeutico ed anche importante per continuare a ricordare suo padre di cui stava dimenticando la voce o il profumo della pelle. 

Durante l’intervista l’attore ha confessato che hanno anche fatto delle indagini “ma a livello personale, anche se non ho le basi di legge, dico che qualcosa è andato storto ma c’è qualcosa che non hanno raccontato. Non hanno raccontato una versione vicino alla verità perché c’erano tantissime incongruenze che sono venute fuori nel corso dei giorni successivi ma anche fuori negli anni”, ha concluso.

Il caso è poi stato chiuso ma grazie alla madre e all’appoggio di amici e colleghi è stato poi riaperto e finalmente dichiarato “omicidio colposo”. L’attore è comunque pronto a perdonare in cambio della verità. Durante l’intervista, molto emozionante e toccante, Francesco ha anche voluto ricordare dei momenti felici con il papà come quando di rientro dalla missione in Iraq, è andato in aeroporto ad accoglierlo e ricorda la felicità di quell’incontro e un bacio d’amore che non dimenticherà mai.

Mio padre era dolce in famiglia, duro sul lavoro. Adorava noi figli, ma ci dedicava poco tempo. Mi mancava anche quando era in vita. Io con i miei figli voglio passare più tempo possibile”, ha dichiarato ancora l’attore, sottolineando il rapporto che vuole avere con i suoi figli. In ogni caso, papà Silvano è stato un modello per Francesco che, per seguire le sue orme, voleva intraprendere una carriera nell’esercito ma per un problema famigliare non ha potuto farlo e così si è iscritto all’Università di Siena alla facoltà di Scienze politiche. 

Impostazioni privacy